Il prodotto che il mercato sta cercando è tra le tue mani

Categoria: Utilità | Data: 30 novembre 2015

Se non l’avete notato ad Andrea Rao e al suo team piacciono le sfide.
Siamo ormai arrivati agli sgoccioli del 2015, RK Studio compie i suoi primi 3 anni di attività,
per questo motivo Andrea Rao, titolare dell’azienda vuole farvi un regalo: la condivisione
del suo metodo di lavoro; un metodo veloce e vincente per lo sviluppo di nuovi prodotti,
testato e vissuto da lui stesso in prima persona.

1) L’importanza delle reti sociali
Sei sui social network? i tuoi follower commentano i post che fai? I clienti parlano con i tuoi
commerciali e ricevono quotidianamente delle informazioni?
Il tuo futuro e l’innovazione partono da qui.
Queste informazioni le puoi raccogliere riassumendole in poche pagine? Allora fallo, è un
consiglio spassionato, dato col cuore. Non pensare troppo alla forma ma concentrati
sulla sostanza. Così realizzi il tuo primo punto della situazione. Da questo documento
dipende il futuro della tua aziende. Sai perché?
Facendo questi piccoli passi scoprirai che leggendo quello che hai scritto con attenzione,
gli obiettivi che il tuo prodotto (o servizio) deve raggiungere saranno immediatamente
chiari per rimanere competitivo sul mercato. Rileggendo i tuoi appunti, i tuoi post e
quant’altro, ti accorgerai che molte informazioni sono precise e limpide, alcuni obiettivi
sono facili da raggiungere ma a volte potrà capitare che alcune informazioni siano
incomplete o non comprensibili ad un primo impatto.

 2) Organizza riunioni aziendali
Ora, per schiarire meglio le idee, prendi e metti attorno ad un tavolo: due responsabili
commerciali, il responsabile marketing, il proprietario o l’amministratore e il responsabile
tecnico.
In totale queste 5 figure sono quelle che possiedono tutte le informazioni relative a
quanto accade in azienda: sul tuo sito web, sui social e fiere, conosco con i clienti e tutte
le informazioni necessarie che appartengono all’azienda.
Ricorda che il tuo staff deve sentirsi a proprio agio. Le persone devono stare tranquille,
non devono sentirsi il dito puntato contro, il clima deve essere rilassato, altrimenti ci vorrà
la pinza del dentista per estorcere dei concetti utili.

 3) Brainstorming e Brainwriting
Da qui è tutto in discesa! fai assieme ai tuoi dipendenti un brainstorming strutturato e di
gruppo, sconsiglio il brainstorming tradizionale dove tutti urlano e non si capisce nulla. 
Ricordati che il silenzio e la concentrazione sono molto importanti per ottenere dei
risultati concreti durante un brainstorming. Scrivi tutto quello che ti viene in mente
analizzando i singoli argomenti portati dal proprietario o dall’amministratore. Immagina una
nuova macchina o un nuovo prodotto e prova a descriverlo lasciando un bel po’di spazio a
disposizione  in modo che ognuno dei tuoi colleghi possa aggiungere nuovi concetti e
arricchire il progetto.

4) Confronto, lettura e conclusioni
Tutte le idee immerse durante il brainstorming devono confluire su una mappa mentale, ci
sono vari programmi che aiutano a fare questo, ad esempio Xmind. Questa fase si può
svolgere insieme con lo stesso gruppo di lavoro oppure anche singolarmente.
Si dà un tempo per raggiungere e sviluppare ogni voce aggiunta sulla mappa mentale, e
poi in cascata ne esce quasi “per magia” un diagramma che prevede ogni compito con i
relativi costi e durata.
Ricordati di fissare ad ogni voce della mappa una priorità, tendenzialmente con un
punteggio che vada da 1 a 5.

5) La teoria diventa pratica
Ed ecco che delle idee prendono forma e si trasformano in un programma dettagliato. Se
seguirai questi 5 punti riuscirai a pianificare un corretto sviluppo del prodotto e, sono certo
che ti darà delle bellissime soddisfazioni!
Per questo motivo vi consiglio di non risparmiare sulla definizione delle specifiche del
nuovo prodotto. Potrete risparmiare molto in futuro ma non in questa fase perchè devi
capire cosa serve oggi sul mercato e come sia possibile farlo con le risorse che hai
attualmente a disposizione.
Che ne dici? Ti ho convinto? Magari in passato hai provato e non ha funzionato, non c’è
problema: assieme possiamo capire come superare le difficoltà e raggiungere dei risultati
molto interessanti.